Alexander Lowen

Alexander Lowen è considerato il principale continuatore del approccio psicocorporeo inventato da Wilhelm Reich. Negli anni cinquanta, inizialmente insieme a John Pierrakos, creò un particolare approccio terapeutico noto come Analisi bioenergetica e nel 1956 ha fondato a New York l’International Institute for Bioenergetic Analysis, di cui è stato direttore per quarant’anni. In Italia portò la Bioenergetica nel 1978 fondando la Società Italiana di Analisi Bioenergetica.


La bioenergetica, che può essere definita un modo di comprendere la personalità in termini energetici, associa il lavoro sul corpo a quello sulla mente per aiutare le persone a risolvere i propri problemi esistenziali e relazionali e a realizzare al meglio le proprie capacità di provare piacere e gioia di vivere. Oltre all’ambito analitico, la bioenergetica viene utilizzata come disciplina efficace, con gli esercizi bioenergetici, per intervenire sulle tensioni muscolari e sullo stress, in funzione di un proprio maggior benessere generale.

Lowen ha esercitato come psicoterapeuta a New York e a New Canaan nel Connecticut, dove è sempre vissuto, sino a un anno prima della sua morte.